Crea sito

Il Parlamento verso la “Legge sfasciaparchi”

di Andrea Martocchia
Lunedì 27 marzo u.s., con la relazione illustrativa e la discussione generale, hanno preso il via i lavori alla Camera per la approvazione definitiva della “Legge Caleo” – così detta dal nome del presentatore Massimo Caleo (PD) ma oramai meglio nota come “Legge Sfasciaparchi”.
L’iter parlamentare di questo provvedimento, che mira a stravolgere la legge 394 del 1991 che regolamentò i Parchi Nazionali sul territorio italiano consentendo la istituzione di ben 18 nuovi oltre ai quattro più “antichi”, iniziò nel 2013. Primo presentatore fu il senatore Antonio D’Alì (FI), poi nel tempo al Senato si sono aggiunti altri Disegni di legge sempre più “convergenti”, a prima firma rispettivamente di Loredana De Petris (Gruppo Misto), Massimo Caleo (PD), Franco Panizza (AUT), Ivana Simeoni (Misto)… Grazie a tale micidiale schieramento “bipartisan” il progetto unificato è stato approvato in Senato a fine 2016. È palese la grave responsabilità del PD renziano in questo esito, che per fortuna non è ancora definitivo ma rischia di esserlo a breve. Sono del PD infatti anche il relatore alla Camera, Enrico Borghi, ed il presidente della Commissione Ambiente di Montecitorio, Ermete Realacci, che ha entusiasticamente affermato: “l’obiettivo della riforma è rendere le aree protette un modello di sviluppo per l’intero Paese, incrociando natura e cultura, coniugando la tutela e la valorizzazione del territorio e delle biodiversità con la buona economia, sostenibile e più a misura d’uomo”. La realtà però è completamente diversa: il progetto è mira infatti a svalutare la funzione sociale ed ecologica dei Parchi Nazionali stravolgendone la gestione in osservanza agli interessi del profitto privato.

 

Continua…

http://contropiano.org/…/parlamento-verso-la-legge-sfasciap…

Author: M.L.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Share This Post On

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi